Delphine BERTRAND

Fotografie

Fin dall'infanzia, negli anni '70 a Marsiglia, guardo negli occhi la reflex di mio padre. La mia passione è nata. Voglio conservare tutti i ricordi, con un semplice clic. Voglio ricordare tutto, colori, impressioni, sensazioni, movimenti, per rivivere e condividere tutto. Come risultato di un inaspettato ritorno di denaro, ho deciso di realizzare il sogno della mia vita: partire alla fine del mondo. Ho scoperto per la prima volta i colori e i sapori del Sud America. Ho quindi vagato in Africa occidentale e ho viaggiato in altri angoli del pianeta. Durante i miei viaggi ho tenuto un blog per condividere le mie avventure con i miei amici. Durante i miei post e i commenti dei miei "follower", ho capito rapidamente che le mie foto trascrivevano meglio le mie emozioni rispetto alle mie parole. La meraviglia di un paesaggio, i brividi di un musicista o i movimenti di una ballerina sul palco, tutte queste emozioni da catturare. Nell'agosto 2012, ho messo la mia borsa sulla schiena per questa volta in tutto il mondo e ho viaggiato per le strade di America, Australia, Tailandia, Nuova Zelanda e Polinesia. Cercando di fondermi nella giungla urbana, ho sguainato il mio dispositivo senza essere catturato per catturare le situazioni della vita come gesti banali e straordinari, quotidiani come quelli eccezionali. Il bianco e nero evoca il mistero delle persone e riflette l'intramontabilità dei marciapiedi delle grandi città.

Varie mostre su Marsiglia Fotografo del Jazz Festival dei 5 Continenti a Marsiglia tra il 2010 e il 2012